I gatti ti amano davvero meno dei cani?

Mychelle Blake, MSW, CDBC, Lifestyle Contributor e Pet Behavior Expert

Recentemente, ho visto un`eruzione di titoli di Internet in riferimento a un nuovo studio di ricerca. I titoli potrebbero farti credere che i gatti ti amano meno dei cani, tuttavia questi titoli sono fuorvianti e non forniscono una panoramica accurata di ciò che lo studio ha realmente trovato.

Donna che tiene un gatto e un caneLo studio "Secure Attachment"
Secondo il sito web PLOS One, dove è stato pubblicato lo studio di Alice Potter e Daniel Mills, sono state coinvolte venti coppie di guardiani e gatti. I gatti sono stati collocati in due stanze con due sedie (una per il guardiano e una per un estraneo) insieme ad alcuni giocattoli per gatti e finestre coperte. Una videocamera ha registrato l`interazione tra ciascun gatto, il guardiano e lo straniero durante una varietà di comportamenti (guardiano che lascia e ritorna, straniero che lascia e ritorna, ecc.) I ricercatori hanno usato un test noto come "Strana situazione di Ainsworth" per valutare il comportamento dei gatti in termini di quanto attaccamento i gatti sembravano avere con i loro guardiani.

I risultati dello studio `Secure Attachment`
I ricercatori hanno scoperto che i gatti nel test hanno vocalizzato di più quando il loro tutore se ne è andato, rispetto allo straniero in partenza, ma "non hanno visto alcuna prova aggiuntiva per suggerire che il legame tra un gatto e un guardiano è un attaccamento sicuro".

I ricercatori hanno infatti scoperto che "molti aspetti del comportamento dei gatti ... non sono coerenti con le caratteristiche dell`attaccamento." Tuttavia, hanno anche notato che il test non ha esaminato se ci possono essere differenze nell`attaccamento tra gatti che sono solo al chiuso e indoor / outdoor, e hanno anche notato che il test che hanno usato potrebbe non essere stato uno strumento efficace per determinare gli attaccamenti dei gatti ai guardiani. Nello specifico, hanno affermato che "... non vogliamo insinuare che i gatti non formino una qualche forma di relazione affettiva o di legame con i loro proprietari ... solo che la relazione con il caregiver primario non è tipicamente caratterizzata da una preferenza per quell`individuo basato su fornendo loro sicurezza e sicurezza per il gatto. "

Cosa significa tutto questo?
Ciò significa che i gatti non mostrano lo stesso tipo di attaccamento ai loro guardiani che i cani fanno in termini di vedere il guardiano come una fonte di sicurezza e mostrare più comportamenti che potremmo definire "indipendenti". Questo non significa affatto che i gatti non amano il loro rapporto con i loro guardiani - cercano semplicemente compagnia umana per ragioni diverse e in modi diversi dai cani.

Ad esempio, lo studio ha rilevato che quando si utilizzava il test di Ainsworth con i cani, in piedi vicino alla porta, dove il guardiano era uscito, era una misura chiave per determinare l`attaccamento e persino l`ansia da separazione. Non hanno visto questo comportamento tra i gatti nello studio, ma potrebbe non essere perché i gatti non ti mancano - i ricercatori notano che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che "i gatti non mostrano angoscia in questo modo".

All`interno del social network di un gatto, non vedi lo stesso tipo di forti legami sociali che vedrai nei raggruppamenti di cani. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i gatti sono più cacciatori solitari e non hanno bisogno di legarsi strettamente con i gruppi sociali per sopravvivere1.

A differenza dei cani, che lavorano e vivono con gli uomini molto più a lungo, i gatti non guardano alle persone per le loro necessità quotidiane. Tuttavia, essi formano chiaramente legami sociali con i loro proprietari e mostrano comportamenti "affettuosi", nonché una preferenza per i loro tutori rispetto agli esseri umani non domestici. In breve, non lasciare che i titoli accattivanti ti faccia dubitare dell`amore del tuo gatto.

risorse

  1. Crowell-Davis SL. 2007. Comportamento del gatto: organizzazione sociale, comunicazione e sviluppo. In: Rochlitz I, editore. Il benessere dei gatti. Dordrecht: Springer, pp. 1-21.)
Condividi su reti sociali:

Simile

© 2011—2018 boburga.ru